Il Liceo Statale Edmondo De Amicis,

in considerazione delle emergenze climatiche quotidiane e delle ripetute dichiarazioni di allerta meteo emanate dalla Protezione Civile, e avendo preso atto dei rapporti IPCC e IPBES, diffusi dalle Nazioni Unite, sulle conseguenze sempre più allarmanti dei cambiamenti climatici, dichiara lo STATO DI EMERGENZA CLIMATICA ED AMBIENTALE.

Al di là di qualsiasi insostenibile negazionismo scientifico, evidenze scientifiche sperimentali sempre più numerose, modelli teorici di previsione, la semplice osservazione empirica, ripetuta nel tempo, mostrano, in misura via via sempre più corroborata, condizioni crescenti di degrado ambientale, tanto riguardo alle specie viventi, animali e vegetali, in progressiva e allarmante diminuzione, quanto riguardo ai processi di erosione e sconvolgimenti della crosta terreste, delle foreste, dei ghiacci polari, dei ghiacciai e di tutto quel che riguarda l’ecosistema.

Conoscenza, consapevolezza e partecipazione democratica, la più ampia possibile, sono la miglior garanzia per arginare e, possibilmente, invertire questo processo, attraverso la pressione democratica sulle istituzioni. Delegate alle scelte politiche e attraverso l’adozione individuale e di gruppi di persone di comportamenti coerenti con la difesa del bene comune per eccellenza, l’ecosistema.

In virtù di tale dichiarazione, Il Liceo E. De Amicis di Cuneo, ritenendo la scuola il luogo che, costitutivamente, ha nelle sue finalità la promozione della corretta informazione e della cultura e la formazione di cittadine e cittadini consapevoli e responsabili, si impegna a:

  • promuovere un progetto scolastico efficiente per la raccolta differenziata in ogni sede scolastica che preveda il coinvolgimento diretto e responsabile degli alunni
  • eliminare le macchinette di distribuzione delle bottigliette di acqua in plastica e di altri prodotti alimentari nocivi per l’ambiente e la salute o eventuale sostituzione delle medesime con distributori d’acqua alla spina e borracce di istituto, prodotti a km zero, e bicchieri biodegradabili
  • eliminare gli involucri di plastica da parte dei venditori autorizzati di panini e altri cibi durante l’intervallo; sostituire gli snack nocivi alla salute e all’ambiente con frutta locale e di stagione
  • dedicare una mattinata al mese a laboratori (ad esempio la raccolta di rifiuti abbandonati nell’area cittadina di pertinenza dell’Istituto, comprese la sede succursale in Via Barbaroux e la sede distaccata di Limone Piemonte; la piantumazione di alberi e la cura di aree verdi) o lezioni teoriche sulle tematiche ambientali, sulla sostenibilità, l’economi circolare e il ciclo di vita dei prodotti, con casi di studio e buone pratiche
  • stabilire, previo accordo di responsabilità con le famiglie, una tassa interna all’Istituto per chi viene sorpreso ad abbandonare rifiuti nell’ambiente, investendo in particolare della responsabilità di vigilanza alcune persone individuate tra il personale scolastico
  • incentivare l’uso della carta riciclata, del bookcrossing e degli ebooks
  • incrementare l’utilizzo dei prodotti biodegradabili per le pulizie
  • programmare anche gite scolastiche che prevedano l’utilizzo di mezzi pubblici, della bicicletta e lo spostamento a piedi.

IL DIRIGENTE SCOLASTICO
Prof.ssa Mariella RULFI

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi