Come ben sappiamo è stato un anno difficile di sacrifici per tutti: abbiamo dovuto rinunciare a una parte della nostra libertà e quotidianità, di cui la scuola faceva ampiamente parte! Sicuramente noi studenti sentiamo la mancanza del vicino di banco da importunare, delle macchinette da assaltare durante i cambi d’ora, delle chiacchiere nei bagni e degli assembramenti fuori da scuola.  Mentre prima guardavamo fuori dalla finestra e sognavamo di stare ancora sotto al piumone, adesso non vediamo l’ora di ritornare tra quei banchi che ci sembravano le nostre piccole gabbie.

Nonostante ciò, ci siamo reinventati per rendere questo lockdown il meno opprimente possibile e trovare metodi alternativi per apprendere al meglio, discostandoci dall’insegnamento tradizionale. Sicuramente parte del merito va riconosciuto ai nostri docenti, i quali si sono impegnati al massimo per non farci sentire soli nelle nostre camere durante le lezioni online.

Per quanto riguarda il nostro istituto, il Liceo Edmondo De Amicis, sono stati proposti dagli insegnanti diverse attività didattiche, a cui gli alunni hanno aderito con grande serietà e impegno.

Ad esempio, in merito alla materia di filosofia, sono stati proposti i seguenti progetti: 

  • Canzoni e filosofia: abbiamo analizzato i testi di canzoni scelte da noi ricercando il loro significato filosofico nascosto, creando dei nessi logici con quanto studiato durante l’anno.

  • Miti platonici: i ragazzi, divisi in gruppi, hanno rielaborato (chi creando video e chi canzoni e poesie) liberamente e in modo creativo i miti del celebre filosofo Platone.

  • Caffè filosofico/span>: radunati in un “caffè virtuale”, il professore, in compagnia del suoi allievi, ha affrontato con loro un dialogo, riguardante svariate tematiche di filosofia. Il tutto svolto in tranquillità davanti a una tazza di caffè caldo. 

Non ci siamo lasciati sfuggire l’occasione di sfruttare la tecnologia anche con le materie linguistiche! Infatti, abbiamo realizzato delle vere e proprie brochures in tedesco, curando anche molto l’aspetto grafico, così come abbiamo fatto per quanto riguarda la realizzazione di un videoclip pubblicitario in inglese. Inoltre, non manca mai il nostro caro Debate (in lingua inglese), che settimanalmente affrontiamo con grinta e competizione.

In questo periodo di lockdown ci siamo anche improvvisati scrittori di un Manuale di Storia online, con tanto di esercizi interattivi, foto e documenti.

Ovviamente specifichiamo che non siamo stati sempre seduti davanti ad un computer, ma siamo andati in azione: sia inscenando esperimenti di fisica sia lavorando ai laboratori teatrali (offerti dalla scuola), noi scolari ci siamo dimostrati capaci di grande praticità! 

Indubbiamente, tutti noi non abbiamo dimenticato di mantenerci in forma smagliante: con l’aiuto del nostro professore di motoria, abbiamo continuato ad allenarci da casa,  tramite Meet. 

Per concludere, la DAD ci ha permesso di imparare autonomamente, ma soprattutto di capire che tutto ciò che davamo per scontato della scuola in realtà era una grande risorsa, che fino ad oggi non avevamo mai apprezzato interamente. 

Speriamo quindi che le scuole possano tornare ad essere affollate di ragazzi pronti a ricominciare!

 

                                                                 Articolo curato da Giraudo Samantha e Tamagno Lucrezia.

 

Poesia

 

Allegati

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi