La sezione staccata del “De Amicis” in alta valle Vermenagna conferma un trend di iscrizioni in ascesa: 16 nella prima classe.

 

Limone – Cinque classi nell’anno scolastico 2021/22 per il Liceo statale delle Scienze umane a indirizzo sportivo “De Amicis”.

Nella sua storia ultraventennale, per la prima volta, il prossimo autunno non ci saranno pluriclassi. Gli allievi iscritti alla classe prima sono diciassette, ma il numero potrebbe crescere, poiché durante l’estate si aggiungono spesso nuove richieste soprattutto da fuori regione.

La quantità di “primini” conferma il trend positivo degli ultimi anni: 9 nel 2016, 19 nel 2017, 18 nel 2019 e 16 nel 2020.

“La sede associata del Liceo De Amicis a Limone è una realtà davvero unica nel panorama della scuole superiori della provincia di Cuneo – racconta Mariella Rulfi, dirigente scolastico dell’istituto -. È una scuola che si mette al servizio dello sport, non solamente di quello invernale nelle sue molteplici declinazioni, ma di tutte le discipline praticate a livello agonistico dagli studenti che la frequentano”. E prosegue: “ È un orgoglio poter vantare tra gli ex studenti una campionessa come Marta Bassino, e sulla sua scia sono molti gli studenti che già emergono o che stanno scalando le classifiche più importanti a livello nazionale e internazionale”.

Il palmares della scuola, infatti, è ricchissimo di medaglie di giovani campioni: per citarne alcuni, oggi troviamo i fratelli Carlotta e Edoardo Saracco, Melissa Astegiano e Corrado Barbera, nomi emergenti dello sci alpino, e Samuele Giraudo, campione italiano nello sci di fondo.

La scuola, al centro del paese, è frequentata da studenti provenienti dal Cuneese, ma accoglie sportivi dalla Liguria, dalla Lombardia e anche dall’estero, ed è in grado di predisporre programmi “cuciti addosso” ad ogni allievo, seguendo le indicazioni del progetto ministeriale di cui fa parte “Studenti atleti di alto livello” e “di interesse nazionale”.

“La sede della scuola è in prossimità delle piste di allenamento e questo si dimostra decisamente un plus, che fa sì che la scuola venga scelta dagli studenti sciatori – aggiunge la professoressa Rulfi -. Inoltre, la vicinanza a Cuneo, raggiungibile in venti minuti di viaggio in treno, rende possibile la frequenza a Limone anche di studenti sportivi in altre discipline con allenamenti pomeridiani in città, grazie al progetto didattico innovativo, alla calendarizzazione degli impegni, gli orari flessibili e l’uso della tecnologia più avanzata per la didattica a distanza, sperimentata ben prima che fosse resa necessaria dalla pandemia”.

Il successo per il Liceo limonese non potrebbe essere così alto se non ci fosse la collaborazione sul territorio con la società degli impianti di risalita e l’amministrazione comunale che, tra le varie azioni a favore della scuola, sta portando a termine la riqualificazione di una struttura in centro paese per ospitare gli studenti fuori sede.

Articolo tratto da “La Guida”

 

Articoli correlati: https://www.laguida.it/2021/03/13/proseguono-i-lavori-per-il-convitto-del-liceo-sportivo/

 

I cookie ci aiutano a migliorare il sito. Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. Maggiori informazioni

Questo sito utilizza cookies tecnici e di terze parti per funzionalità quali la condivisione sui social network. Cliccando su Accetto, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento si acconsente all'uso dei cookie. Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta.

Chiudi